Home > Argomenti vari > Taxi in crisi, ma la tariffa è d’ oro

Taxi in crisi, ma la tariffa è d’ oro

18 Febbraio 2009

 


Repubblica – 17 febbraio 2009   pagina 5   sezione: MILANO

LE ASSOCIAZIONI di categoria chiedono aiuti e incentivi per far fronte alla crisi. Ma Milano resta una delle città più care per viaggiare in taxi. Lo dimostra uno studio elaborato dagli stessi autisti, e in particolare dal sindacato Unica Filt-Cgil, che calcola in 25,67 euro il costo teorico di un’ ora sulle auto bianche e in 98 centesimi il costo di un chilometro di viaggio in città. I due parametri stabiliscono – con un complicato calcolo di variabili tra velocità dell’ auto e lunghezza del percorso- il prezzo di ogni corsa. Un valore a cui va aggiunto il costo fisso di ogni singolo viaggio, che varia da un Comune all’ altro. A Milano è di 3 euro, a Roma 2,80, a Padova 5, a Firenze di 3,30. Costo per chilometro, costo per ora, costo fisso iniziale portano alla spesa complessiva dei cittadini che salgono sui taxi. IL CONFRONTO Il costo di un viaggio in taxi a Milano è tra i più cari d’ Italia. A Roma, per esempio, il costo di un’ ora di viaggio si ferma a 23,70 euro, con 92 centesimi di spesa a chilometro, e un costo di partenza fisso, come s’ è detto, di 2,80. A Firenze un’ ora viene fatta pagare 24 euro, con 91 centesimi a chilometro e 3,30 di spesa iniziale. Più economica di tutte Palermo, dove non si superano i 16,52 euro l’ ora, 83 centesimi a chilometro e 2,54 euro fissi alla partenza. A Milano uno dei costi occulti del servizio di auto bianche è dato dalla lentezza delle corse: colpa del traffico, delle poche corsie preferenziali e di pochi controlli su quelle esistenti. «Abbiamo creato 16 chilometri di corsie riservate – ricorda l’ assessore alla Mobilità Edoardo Croci – altre ce ne saranno quest’ anno, con telecamere e cordoli. Con l’ Ecopass il traffico in centro è diminuito e la velocità dei taxi è aumentata». IN EUROPA Milano è la quinta città più cara d’ Europa dopo Basilea, Londra, Stoccolma e Amsterdam. Ad Amsterdami 19 chilometri di corGLI AEROPORTI Oltre al costo della singola corsa, il divario tra Milano e la capitale aumenta, e di molto, se si considera la spesa per gli aeroporti. Per Malpensa la tariffa si è impennata dopo l’ accordo in Regione dello scorso settembre: da 70 euro agli attuali 85 per un tragitto di 48 chilometri, mentre è di 50 euro il prezzo da Linate alla Fiera di Rho-Pero, 31 chilometri di viaggio. Una cifra, quella per Malpensa, quasi doppia rispetto a quella che pagano i romani per raggiungere Fiumicino (40 euro per 35 chilometri) e Ciampino (30 euro per 28 chilometri). «Gli aumenti dei prezzi sono stati necessari per sostenere le spesa, come la benzina – dice Nereo Villa, segretario del Satam – Il nostro è uno dei pochi servizi svolti da privati con tariffe pubbliche. La mia esperienza mi dice che il taxi è utilizzato per necessità. Ridurreo calmierare le tariffe non serve. Ucciderebbe soltanto la categoria». LE RICHIESTE Dopo il tavolo regionale di settembre, che ha aumentato i prezzi per gli aeroporti e la tariffa al chilometro in città da 0,95 a 0,98 euro, ora le associazioni chiedono nuovi finanziamenti per il "Taxi rosa" a favore delle donne, e per gli anziani. «I soldi arrivati finora – dice ancora Villa – sono stati poca cosa: centomila euro per una categoria così vasta». Per questo il Satam chiederà domani in Comune altri fondi. Un’ ipotesi che difficilmente Palazzo Marino potrà accogliere. «Abbiamo già fatto molto – dice l’ assessore Croci – solo per il ricambio dell’ auto con un mezzo ecologico, due milioni di euro in due anni». IN STRADA Il vero nodo, dice Giovanni Maggiolo della Unica Cgil, «è che per poche centinaia di metri spesso ci vuole un quarto d’ ora. È così che i costi per i cittadini aumentano. E le telecamere promesse dal Comune non sono ancora operative, mentre le corsie preferenziali vengono invase dalle auto o diventano parcheggi». Un’ altra associazione di categoria, il Sindacato tassisti professionisti, ha raccolto in due giorni 800 firme per un emendamento al decreto "Milleproroghe" con cui imporre ai noleggiatori, gli Ncc, di lavorare solo nel Comune in cui viene rilasciata la licenza. «A Milano ci sono circa duecento Ncc locali – denuncia Raffaella Piccinni, segretaria del Sitp – ma ne arrivano altri mille da tutto il Nord, persino da Venezia. Il che significa, solo davanti agli aeroporti, diecimila euro al giorno di incassi sottratti ai tassisti milanesi». Taxi, i prezzi a confronto MILANO BOLOGNA CAGLIARI FIRENZE GENOVA PADOVA PALERMO ROMA TORINO TRENTO AMSTERDAM BASILEA BRUXELLES DUBLINO LONDRA MADRID MONACO NEW YORK PARIGI STOCCOLMA VIENNA Elaborazione dati: UNICA FILT-CGIL Elaborazione dati: UNICA FILT-CGIL 3,00 3,15 3,00 3,30 3,25 5,00 2,54 2,80 3,00 3,30 7,50 3,57 2,40 3,40 2,77 1,95 2,70 1,75 2,20 4,92 2,50 Costo iniziale Euro/ora 25,67 24,00 21,00 24,00 24,00 24,00 16,52 23,70 24,00 23,00 33,00 43,17 25,00 19,28 34,80 16,95 22,50 16,84 29,00 33,56 26,40 0,98 1,14 0,90 0,91 0,90 0,98 0,83 0,92 1,00 1,05 2,20 2,15 1,35 0,90 1,68 0,92 1,60 0,79 0,99 0,92 1,29 Euro/km MILANO E ROMA, LE TARIFFE FISSE DA E PER GLI AEROPORTI km 48 85 50 40 30 1,77 euro/km Milano km 31 Linate* 1,61 euro/km Fiera Rho Pero km 35 1,14 euro/km Roma km 28 Ciampino 1,07 euro/km Roma * Da Linate, Malpensa e Orio al Serio la tariffa minima di partenza per tutte le destinazioni non in convenzione è di 12 euro PER SAPERNE DI PIÙ www.filt.lombardia.it www.comune.milano.it www.taxi-paris.net – SANDRO DE RICCARDIS

Categorie:Argomenti vari Tag:
I commenti sono chiusi.