Archivio

Archivio Febbraio 2009

Taxi in crisi, ma la tariffa è d’ oro

18 Febbraio 2009 Commenti chiusi
Categorie:Argomenti vari Tag:

‘STRETTA’ PER AUTONOLEGGIATORI, STOP CONCORRENZA TAXI

12 Febbraio 2009 Commenti chiusi
11-02-09
DL MILLEPROROGHE: ‘STRETTA’ PER AUTONOLEGGIATORI, STOP CONCORRENZA TAXI
 

(ASCA) – Roma, 11 feb – Nuove norme e anche nuove sanzioni per gli autonoleggiatori con conducente, che non potranno piu’ fare la concorrenza ai taxi sulle strade dei comuni dove esiste tale servizio. Le novita’ sono contenute nel maxiemendamento del governo al dl milleproroghe su cui il governo ha posto la fiducia al Senato. Le norme si profilano come una ”stretta” per il settore in senso inverso alla liberalizzazione, vietando ”la sosta in posteggio con stazionamento su suolo pubblico nei comuni ove sia esercitato servizio di taxi. In questi comuni i veicoli adibiti a servizio di noleggio con conducente possono sostare, a disposizione dell’utenza, esclusivamente all’interno della rimessa”. La sede del vettore e la rimessa inoltre ”devono essere situate esclusivamente nel territorio del comune che ha rilasciato l’autorizzazione”, e lo stazionamento dei mezzi ”deve avvenire all’interno delle rimesse o presso i pontili”. Per poter conseguire e mantenere l’autorizzazione per il servizio di autonoleggio con conducente e’ ovviamente ”obbligatoria la disponibilita’, con valido titolo giuridico, di una sede, di una rimessa o di pontile di attracco situati nel comune che ha rilasciato l’autorizzazione”.

Il provvedimento stabilisce anche pesanti sanzioni per i contravventori: un mese di sospensione dal ruolo alla prima inosservanza, due alla seconda dino alla cancellazione dal ruolo alla quarta inosservanza.

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag:

Più nessuna deroga per i tassametri non omologati

9 Febbraio 2009 Commenti chiusi


Silvia Cravotta
Pagina 11

(4 febbraio 2009) – D-News

  Poco più di tre settimane per rimuovere i tassametri non omologati da ottocento taxi milanesi. Le operazioni di smantellamento degli apparecchi Digitax "F2" inizieranno, secondo quanto comunicato dal Servizio Autopubbliche del Comune, sabato 21 febbraio e termineranno martedì 17 marzo.  La rimozione fa seguito alla decisione, resa nota circa un anno fa, di revocare l’autorizzazione Dnews__4febbraio2009concessa nel 2007 alla installazione di questo tipo di tassametro sui taxi con licenza comunale. Gli apparecchi in questione, si legge sul documento, «permettono un’agevole manomissione della programmazione delle tariffe, con conseguente inaffidabilità per l’utenza» e non possiedono «le caratteristiche tecniche per l’omologazione». Dunque, i tassametri irregolari saranno eliminati e sostituiti con altri modelli in commercio, purché «assistiti da valida omologazione». Già sul piede di guerra la categoria. «Se ci sarà un processo contro i responsabili proveremo a costituirci parte civile – annuncia Raffaella Piccinni, del Sitp – e chiederemo che venga risarcito il danno a ogni singolo tassista» continua «ma soprattutto occorre elimina il pagamento obbligatorio di un canone a queste aziende, il cui pagamento è verificato, di fatto, dal Comune».

Categorie:Argomenti vari Tag:

e ancora rimborso benzina…..

6 Febbraio 2009 Commenti chiusi

Roma, 5 febbraio 2009
Le scriventi sigle sindacali informano la categoria dei tassisti che da quest’anno inizieranno a farsi sentire gli effetti negativi del Decreto Legge 1 ottobre 2007, n. 159, convertito in Legge 29 novembre 2007, n.222 che, secondo quanto previsto dalla Ue, ha fissato le modalità di riduzione delle accise gravanti sul prezzo della benzina e del gasolio.
Questo per noi, significa vederci pressoché dimezzato il credito d’imposta.
La nostra categoria, già particolarmente colpita dai passati provvedimenti di Governo, vedendosi mancare quasi il 50% dello sgravio fiscale sui carburanti rispetto agli anni precedenti, potrebbe subire effetti devastanti.
Con queste condizioni, difficilmente potremmo riuscire a superare le difficoltà dovute alla pesantissima congiuntura economica mondiale che penalizza in primo luogo i lavoratori come noi, che al 90% esercitiamo la nostra attività come aziende artigiane, sempre in precario equilibrio tra costi e ricavi.
Non ci sfuggono infine le probabili ricadute sulle tariffe, negoziate al livello comunale e incluse nel paniere Istat, che potrebbero avere ripercussioni sull’utenza.
E’ per questo che abbiamo ritenuto opportuno incaricare i componenti del Tavolo Tecnico Interministeriale, da noi già attivato presso il Ministero dello Sviluppo Economico, affinchè sia richiesta una proroga della normativa riguardante il credito d’imposta sui carburanti, mantenendola momentaneamente ai livelli degli anni passati, per poter superare il fortissimo disagio economico che sta attualmente vivendo la nostra categoria.
Auspicando che almeno su questi argomenti di comune interesse, possano unirsi a noi tutte le Organizzazioni nazionali rappresentative dei tassisti.
Sarà nostra cura tenervi aggiornati sugli sviluppi della nostra iniziativa

Categorie:Argomenti vari Tag:

CREDITO D’IMPOSTA per i TAXISTI

4 Febbraio 2009 Commenti chiusi

 

Post N° 991

TAXISTI:
PER RIDUZIONE DELL’ACCISA

Prosegui la lettura…

Categorie:Argomenti vari Tag: